Fatti l’uno per l’altra

Un giorno il Creatore si svegliò un po’ annoiato della propria solitudine. Pensò bene quindi di creare l’uomo. Prese allora un po’ di argilla, la plasmò a sua immagine, ma quando fu lì per soffiarle dentro lo Spirito vitale si accorse che il modello non era proprio ben riuscito e se ne disfece. Prese dell’altra argilla e con più cura si accinse a riplasmare il modello. Terminatolo, gli soffiò dentro lo spirito vitale. Ed ecco creato l’uomo.

 

Subito però si accorse, nella propria intelligenza, che qualcosa non andava, che mancava qualcosa. Ed allora pensò di creare la donna, ma si accorse di non avere più argilla… Allora, nella sua stupenda fantasia, prese un po’ dello splendore del Sole, delle fasi della Luna, del luccichio delle stelle, della soavità delle colline, dell’incanto del cielo, del fascino della notte…

 

Ed ancora volle aggiungervi della gazzella le dolci movenze, del cavallo le fluenti chiome, delle viole il soffice velluto, della rosa e del giacinto l’inebriante profumo, dell’acqua la limpida freschezza, del fuoco il calore, dell’aria la leggerezza, della terra il segreto mistero della vita e della luce i colori…

 

Mescolò tutto con tanta cura, ed ecco la donna.

 

Soddisfatto del suo lavoro chiamò a sé l’uomo e gli disse: “Guardala”. L’uomo osservò stupito ed estasiato. Vista la sua sorpresa e la sua gioia il Creatore gli disse: “Prendila, è tua”. L’uomo prese sotto braccio la donna e, senza neppure la cortesia di un sussurrato grazie, se la portò con sé…

Di lì a qualche tempo il Creatore vide tornare da chissà quali lontani luoghi l’uomo e la sua donna, stanchi e tristi: davanti veniva l’uomo a capo chino e qualche metro addietro seguiva la donna sconsolata. Il Creatore chiese: “Cosa succede?”. L’uomo gli rispose: “Potrei dirvi una cosa, senza offesa?”. Il Creatore rispose: “Dimmi pure, uomo”. L’uomo gli disse: “La donna che mi avete regalato, ecco, ve la potreste riprendere?”. Il Creatore, sorridendo e senza aggiungere parola, riprese con sé la donna.

Trascorse ancora del tempo ed un giorno l’uomo, sempre più stanco e triste, ritornò sulla strada dov’era solito stare il Creatore. Quando lo vide gli chiese: “Beh! Cosa è successo ancora?”. L’uomo rispose: “Potrei dirvi una cosa, sempre senza offesa?”. “Dimmi pure, uomo” gli rispose il Creatore. L’uomo gli disse: “Potrei riavere ancora quella donna? Con lei non sarà sempre facile convivere, ma senza di lei è impossibile vivere“.

Il Creatore sorrise e mentre li osservava allontanarsi vide l’uomo voltarsi indietro e lo udì sussurrare:

…grazie…

Annunci

25 Risposte

  1. Perché sigh? E’ una storiella a lieto fine…

  2. :’-( mih.. ma noi donne siamo stupende… non c’è diritto di recesso.. E poi per giunta ci volete indietro.. Io me ne restavo con Dio. Magari mi apprezzava di più..

  3. che storia bellissima! mi ha scaldato il cuore 🙂 il coniglio allora non mi rottamerà come ogni tanto minaccia di fare 😛

  4. Prendila è tua! Ecco perchè ci trattano come cose 😀

  5. Belle parole…

  6. Esilio: è vero, voi donne siete stupende, avete un’anima e una sensibilità che un uomo non potrà mai avere. Io di sicuro non ti avrei mai riportato dal Creatore, ti avrei tenuta così com’eri… 😉

    Coniglia: se il coniglio ti vuole bene non credo proprio che ti rottamerà… Sarà mica così pirla… 😀

    Giuy: fino a pochi decenni fa le donne erano trattate molto peggio di oggi. Io ho molto rispetto per voi donne, non potrei vivere senza di voi… 😉

    Laura: 😀

  7. “prendila è tua!”. E che è , un oggetto 🙂

    storiella dolcina.

  8. Sigh perchè mi commuovo facilmente…

  9. Alice: un oggetto senza il quale non potrei vivere… 🙂
    Callista: Anch’io… 😉

  10. scorpio: un po’ tipo il materasso?
    Senza materasso non si può vivere, eh. 🙂

  11. Anche un coltello, ora che ci penso.

  12. Senza materasso posso dormire per terra, senza coltello taglierò coi denti…

  13. molto bella davvero :-)baci

  14. Ma chi si rivede!!! 😀

  15. Ma che bella la descrizione della creazione della donna…altrochè la costola. Non vorrei essere irriverente e blasfema ma era un pochino tirchio quel creatore. Questo “Creatore” mi piace molto di più…
    Bacione per aver scritto questo post molto dolce e sentimentale.

  16. La creazione della donna è un passaggio che ho voluto evidenziare perché era a mio avviso la parte più bella di tutta la storia.
    Bentornata Elle, mi sei mancata… 😉

  17. dolce storiellina ma… leggermente oggettivizzante… pura merce di scambio, anche se il grazie finale aiutava ad accettare il tutto… tutto sommato dolce…

  18. Che piacere rivederti! In effetti la battuta “prendila è tua” dà quell’impressione, ma se ti soffermi sulle battute evidenziate e quelle sottolineate ti renderai conto quanto per me sono importanti le donne…

  19. La cosa triste é che una volta usciti dal paradiso i problemi quotidiani dividano sempre piú quelle mani unite…

    Ci sará da qualche parte del mondo 2 fatti l’uno per l’altra???

    Saluti

    Ho risposto sul mio post: E allora Tango!

  20. Bisogna essere capaci di non lasciare mai quella mano, qualunque cosa succeda. Perché, come la storia insegna, ci si accorge di quanto è preziosa una persona nel momento in cui questa non c’è. E purtroppo qualcosa ne so…
    2 fatti l’uno per l’altra? Ognuno di noi ha qualcuno nel mondo fatto su nostra misura. Il problema è che non è affatto semplice trovare questo qualcuno, e tanti sbagliano a valutare, per fretta e superficialità. Quando poi bisogna affrontare i piccoli problemi di tutti i giorni ecco che questo errore viene a galla. E il resto è storia di tutti i giorni…
    Grazie della visita, passo subito da te… 🙂

  21. Ciao Scorpio.. sono concetti che TUTTI ormai sanno.. sembra quasi che veniamo con il manuale di istruzione e poi… poi non vogliamo accettarli, vederli, seguirli… ci si lascia troppo in fretta perché oggigiorno forse troppo infretta tutto inizia… bisognerebbe avere un’aiuto per trovare la persona giusta… anche se penso che poi diventerebbe routine anche quella… 🙂

    Peró questo non escude quanto sia bella quest’illusione ed io adoro innamorarmi e sentirmi felice.. allo stesso modo soffro tantissimo delle storie finite.. ma é la Vita e fa parte del gioco anche questo… 🙂

    Saluti

    Ho risposto sul mio post: Il nuovo Telecomando

  22. Sono d’accordo con te… Passo subito da te 🙂

  23. Mi fa piacere 🙂

    (Altra risposta..stesso post)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: