• Questo blog potrebbe utilizzare cookies. Clicca su INFO per maggiori informazioni. OK per continuare la navigazione.ESCI per abbandonare.OKINFO ESCI
    n>

  • L’atroce verità



    Il post a me dedicato dalle Bolognocche
  • La mia bacheca

    Scorpio79 1° Classificato

    "Un caro amico sempre disponibile ad aiutarmi!!!!" Mary


    "Perché è un marziano sensibile e dolce" Orchideablu


    "Premio Foca Sensibile perché con sensibilità e intelligenza sa trattare argomenti molto diversi tra loro e sempre interessanti" Laura

    Grazie anche a Moka

    Free Image Hosting at www.ImageShack.us

    Grazie a Moka


    "Per la divertente maniera di raccontarci le sue storie e per la sua semplicità" Morwsna

    "Un blog ricco di fotografie, video particolari e divertenti... e Dio solo sa dove li trova certi video con cui fa morire dal ridere" Elle


    Grazie a Moka

    Premio Blog Vitaminico A.C.E.

    Grazie a Moka e Guernica
  • Categorie

  • Storia del blog

  • Post più quotati

  • Commenti recenti

    melissa su Quello che non sapete sui…
    melissa su Quello che non sapete sui…
    Alpha Centaury su Quello che non sapete sui…
    scorpio79 su I nuovi Cavalieri…
    Moka su I nuovi Cavalieri…
    scorpio79 su Una strage senza fine
    La Vispa Teresa su Una strage senza fine
    Clizia Di Paolo su Quello che non sapete sui…
    Johnd519 su Quello che non sapete sui…
    la Cri su 150 mila!

La parabola del ranocchio

C’era una volta una gara di ranocchi. L’obiettivo era arrivare in cima ad una gran torre. Si radunò molta gente ad assistere alla gara. Pronti, partenza: via! I ranocchi cominciarono a saltare a gran velocità. Ma il pubblico presente probabilmente non credeva possibile che quei ranocchi potessero essere in grado di raggiungere la cima di quella torre. Così cominciarono a sentirsi frasi come “Che pena!”, “Non ce la faranno mai”, “poveretti”. Senza la spinta del pubblico i ranocchi smisero di impegnarsi, tranne uno che invece, testardo, dava tutto se stesso. Il brusio del pubblico si fece più insistente, finché i ranocchi, scoraggiati, rinunciarono all’impresa. Tutti, tranne il ranocchio di prima, che sempre più testardo continuava a saltare. Finché, rimasto da solo a gareggiare, raggiunse con gran fatica la cima di quella gran torre.

Gli altri ranocchi vollero sapere come era riuscito a compiere quell’impresa. E scoprirono che era sordo.

Morale: Non ascoltare le persone con la pessima abitudine di essere negative: derubano le migliori speranze del tuo cuore.
Ricorda sempre il potere che hanno le parole che ascolti o leggi. Per cui, preoccupati di essere sempre positivo.

Riassumendo: Sii sempre sordo quando qualcuno ti dice che non puoi realizzare i tuoi sogni.