La parabola del ranocchio

C’era una volta una gara di ranocchi. L’obiettivo era arrivare in cima ad una gran torre. Si radunò molta gente ad assistere alla gara. Pronti, partenza: via! I ranocchi cominciarono a saltare a gran velocità. Ma il pubblico presente probabilmente non credeva possibile che quei ranocchi potessero essere in grado di raggiungere la cima di quella torre. Così cominciarono a sentirsi frasi come “Che pena!”, “Non ce la faranno mai”, “poveretti”. Senza la spinta del pubblico i ranocchi smisero di impegnarsi, tranne uno che invece, testardo, dava tutto se stesso. Il brusio del pubblico si fece più insistente, finché i ranocchi, scoraggiati, rinunciarono all’impresa. Tutti, tranne il ranocchio di prima, che sempre più testardo continuava a saltare. Finché, rimasto da solo a gareggiare, raggiunse con gran fatica la cima di quella gran torre.

Gli altri ranocchi vollero sapere come era riuscito a compiere quell’impresa. E scoprirono che era sordo.

Morale: Non ascoltare le persone con la pessima abitudine di essere negative: derubano le migliori speranze del tuo cuore.
Ricorda sempre il potere che hanno le parole che ascolti o leggi. Per cui, preoccupati di essere sempre positivo.

Riassumendo: Sii sempre sordo quando qualcuno ti dice che non puoi realizzare i tuoi sogni.

Annunci