Il buongiorno si vede dal mattino…

 

lochness.jpg

Stamattina ho vissuto alcune ore di pura follia sul lavoro. Quando si dice: solo mezza giornata, ma decisamente intensa…

Il programma era chiarissimo: partenza alle otto, destinazione Lecco. Così io, puntualmente, alle 8 ho infilato nell’autoradio la mia cassettina di Vasco e sono partito in quarta. Devo dire che il viaggio stava anche procedendo fin troppo bene: traffico medio-poco (stranissimo!) e poi sapevo di avere poca roba da caricare. Così, mentre cantavo a squarciagola, alle 8.50 vedo il mio cellulare suonare: il capo. “Dove sei?

Io: “Boh… Tra Bergamo e Lecco…

Lui: “Ah… Fermati lì in parte, che forse cambia il giro

Io: “Amen… Ho un camion, non una bicicletta…

Fatto sta che mi son trovato costretto a sostare in un piazzale. Durante la mia attesa di nuove istruzioni il suddetto piazzale ha ricevuto la visita del camion-cisterna per la pulizia delle strade. Considerando il polverone che ha sollevato il tizio, e considerando che ho lavato il camion proprio ieri mattina, potete solo sospettare le bestemmie che ho tirato giù nel vedere il mio camion colore rosso diventare grigio-bianco… 😥 Dopo circa mezz’ora di noiosa attesa finalmente il capo si fa risentire: niente Lecco, c’è una nuova destinazione per me: Osio Sopra, provincia di Bergamo. Tradotto: da dove mi trovavo avevo 25 km di traffico estremo… 😦 Così mi sono avviato, e quando sono giunto nelle vicinanze ho chiamato il numero passatomi dal capo con l’intento di farmi spiegare dove fosse esattamente il posto (sì, ogni tanto raggiungo anche posti nuovi e mai visitati prima). Decisamente illuminante, come telefonata:

Signorina: “Dunque, lei deve arrivare a Osio Sopra…

Io: “Io SONO a Osio Sopra!” 😕

Signorina: “Ah, bene… Dunque, lei deve cercare via Tal dei Tali…

Io: “Grazie, è per questo che vi ho chiamati…” 😯

Signorina: “Eh, non so spiegarle… Aspetti che si è liberato il magazziniere“, il quale mi ha finalmente spiegato la location esatta. Solo successivamente ho scoperto di aver chiamato il numero dell’ufficio, che NON si trova nei pressi del deposito. Però, se la segretaria non sa spiegarmi la strada per raggiungere il loro magazzino… (eh, siamo messi proprio bene, eh? 😕 ). Giunto finalmente a destinazione vengo dirottato verso la pesa: a circa un km di distanza, da percorrere nel traffico disumano della statale Bergamo-Milano (il dramma è soprattutto attraversarla, la statale…), all’interno di una ditta impegnata nel commercio rottame (la quale è più impegnata a pesare i camion che vanno e vengono dal mio fornitore che i suoi…). Tornato al deposito vengo parcheggiato nel piazzale, dove rimango soltanto 50 minuti (massacrante: dopo oltre due settimane senza sigarette oggi per la prima volta mi son pentito di aver smesso…). Quindi, alle 11.40 vengo finalmente introdotto in zona carico, dove vengo finalmente fornito di tubi. Ma non tutti: uno l’ho lasciato là. A me serviva un tubo spessore 60 millimetri, ma misurandolo ho rilevato una differenza di un centimetro (praticamente il foro non è in centro). Il magazziniere però non era d’accordo: “Ma quale centimetro! Di qui cala di 5 millimetri… E di qui abbonda di 5 millimetri…“. Ecco, mi sono rifiutato di rispondergli… 😯

Caricato e legato si è fatto quasi mezzogiorno, così son dovuto letteralmente correre dal suddetto rottamaio a ripesare il camion, quindi tornare al deposito per fare il documento di trasporto. La mia bolla è arrivata dopo 20 minuti di attesa: il mio stomaco stava rumorosamente protestando, e a dire il vero avevo pure qualcosa di frantumato tra le gambe… 😮

Meno male che non è sempre così, altrimenti sclererei ogni giorno sempre di più… 😦

Annunci

11 Risposte

  1. cavolo che giornataccia!!!ma mai pentirsi per avere smesso di fumare!!!

  2. molto sveglio quel magazziniere, eh?! 😆

  3. Maurizia: il giorno che mi pentirò veramente di aver smesso di fumare ricomincerò. Ma siccome quella di smettere è una scelta mia dubito che avrò da pentirmene a breve… 😉

    Bdp: mi diceva ancora qualcosa lo ribaltavo col solo sguardo…

  4. poveraccio, ma tutte a te capitano sul loro??
    ih ih ih

  5. 😀 allora, spero tanto che quella di oggi sia una giornata un po’ meno divertente 😉

  6. non pentirti tieni duro!!!! smetter di fumare è un gran bene…e tanto il nervoso per ste cose te lo prendi lo stesso. Assicurato!

  7. Mat: evidentemente… 😕

    Giuy: mi sa che abbiamo due concetti diversi di divertimento, noi due… 😉

    Coniglia: hai ragione, devo solo farci l’abitudine…

  8. Una canna, Rubens, ti ci voleva una canna. E un cd con il meglio del nostro amico veronese.:-|

  9. Nita: mai fumato canne. Quanto al nostro amico veronese, non ce n’è stato bisogno: l’ho sostituito alla grande… 😉

  10. mamma mia, che dire?

  11. Mah, guarda, le bestemmie le ho finite… 😐

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: