Controlli…

autovelox.jpgIeri mattina ho fatto un salto al centro commerciale. Nulla di particolare da comprare, solo era un po’ che non ci andavo e volevo vedere un po’ di novità. Premetto che da casa mia al centro commerciale in questione ci sono 6/7 km…

Esco di casa, il tempo di raggiungere la provinciale e vengo fermato dai Carabinieri del paese, che però mi riconoscono e mi lasciano andare dopo meno di un minuto. Pericolo scampato? Ma và, percorro un altro chilometro e stavolta è la Stradale a fermarmi. Al che mi sorgono due dubbi:

  1. La mia macchina ha qualcosa che non va?
  2. Perché Polizia e Carabinieri non si mettono d’accordo sulle zone da pattugliare? Tutti qui oggi… 😦

La macchina non ha nulla, solo un normale controllo. Patente, libretto, contrassegno assicurazione, posso andare, grazie arrivederci. Curiosamente prima di giungere al centro commerciale ho notato un terzo posto di blocco (stavolta i vigili locali), ma non mi hanno fermato (strano…). Arrivato finalmente a destinazione metto la macchina nel parcheggio e mi dirigo all’interno. Faccio la mia spesa ed esco, ma prima di ripartire vengo contattato telefonicamente da un amico. Così, memore del viaggio d’andata, lo metto in attesa e installo il viva voce. Inoltre decido di cambiare strada per il ritorno, così da arrivare a bere un caffè in un bar gestito da una mia carissima amica. Lasciato il bar dopo mezz’ora decido di prendere una statale che mi avrebbe riportato al mio paese attraverso un’altra entrata, ma dopo un paio di km vengo nuovamente fermato dalla Stradale. Peraltro gli stessi agenti che mi avevano trattenuto meno di due ore prima, così glielo faccio notare…

L’avessi mai fatto: uno degli agenti mi ha fatto scendere, mentre l’altro ha voluto controllare ogni vano portaoggetti, sotto i sedili, nel porta bagagli. Dopo un quarto d’ora circa il primo agente fa notare al secondo che avevo ragione, mi avevano già controllato (Evidentemente il nome deve averlo aiutato a ricordare). E il secondo agente che fa? Si arrabbia con me: “Ma perché non ha insistito? Che mi risparmiava un sacco di lavoro inutile…” Premesso che il primo controllo non era stato così dettagliato, l’agente mi ha lasciato comunque senza parole… 😯

Tornato quasi a casa vengo ancora una volta fermato dai Carabinieri del mio paese che mi riconoscono ancora una volta. Il maresciallo mi fa, scherzosamente: “Ma che fa, continua a farsi fermare da noi stamattina?” Ecco, prima l’ho incenerito con lo sguardo, poi gli ho raccontato la vicenda. Al termine, sempre più scherzosamente, il maresciallo mi dice: “Allora dovremo ricontrollare tutta la macchina: quelli della Stradale non sono capaci di perquisire le vetture…” e, di fronte alla mia faccia, come dire, provaci e ti uccido, mi ha salutato e mi ha lasciato andare.

Morale: dalle mie parti la delinquenza ha raggiunto livelli elevatissimi. Tutti possono delinquere. Ebbene, tutti ma NON IO! (che probabilmente sono l’unico che, anche potendo, non delinquerebbe comunque…) 😐