I veri Cavalieri…

Vi invito alla visione di questo filmato. E’ il trailer della prima serie ad episodi dei “Veri Cavalieri dello Zodiaco”, opportunamente ridoppiati dai ragazzi del team La Mamma di Crystal…

Questo è solo il trailer della prima serie. Sul sito www.lamammadicrystal.com potete trovare due serie complete (Grande Tempio e Asgard) e una (Nettuno) in fase di lavorazione, per un totale finora di 31 episodi, oltre a un OAV (La fabbrica di cioccolata) diviso in due tempi.

Che ve ne pare? Io li ho scoperti più di un anno fa e da allora ho imparato a vedere il cartone animato con occhi diversi… 😉

Aggiornamento: ho notato in alcuni di voi una certa diffidenza. GUARDATE il filmato, ma aspettatevi tutto tranne i Cavalieri così come li avete sempre visti (cambiano tutti i dialoghi, le situazioni, insomma è tutta un’altra storia…) E datemi retta una volta… 😉

Fade to grey

Buon weekend a tutte/i!

Incroci pericolosi

Qualche dialogo con alcuni automobilisti avvenuti nei giorni scorsi…

Guidatore Mercedes ML: “Ehi, testa di cazzo!
Io (irritato): “Cazzo vuoi?
G (furioso): “Perché non mi hai dato la precedenza?
Io (scocciato): “Perché la precedenza era mia…
G: “Seeee, non ti hanno insegnato la precedenza a destra?
Io (fin troppo dipolmatico): “Certo, salvo diversa segnalazione
G (con tono di sfida): “Eh, e hai visto diversa segnalazione tu?
Io: “Dunque… Un semaforo verde dalla mia parte?
G: ” 😯 “
_________________________________________
Io: “Frena amico, questo è senso unico
Guidatore Audi A4: “Embè?
Io: “Stai guidando contromano
G: “Embè?
Io: ” 😯 “
_________________________________________
Guidatore fuoristrada Toyota: “Beh? Che cazzo continui a lampeggiarmi nei retrovisori? Và che ti infilo quel coso su per il culo” (alludendo ad un tubo lungo 12 metri che stavo trasportando)
Io (sempre diplomatico): “Premesso che in galleria non si sorpassa: PRIMO in galleria abbi l’accortezza di accendere i fanali…
G (in dialetto bresciano): “Eh ma ci vedo lo stesso… E secondo?
Io (sempre in dialetto bresciano): “Secondo, sempre in galleria hai perso per strada la ruota di scorta…
G: ” 😯 “

Dove avevo sbagliato?

poor-pussy.jpg

L’altro giorno mi è capitato di passare in un paese dove viveva una ragazza che avevo rimosso dalla mia memoria. Considerando che è un posto dove non passo mai, l’evento mi ha riportato alla mente una vicenda che vale la pena di raccontarvi.

Dunque, credo fosse il 2004. Una sera mi capitò di uscire con un’amica di vecchia data per un caffè. Quando mi recai alla toilette ebbi la sventura di dimenticare nel giubbino il mio cellulare. Così questa mia amica ne ha approfittato ed ha spedito un sms ad un numero che solo lei conosceva. Immaginatevi quindi il mio stupore quando da questo numero mi arrivò risposta… Mi ci volle qualche minuto per capire cosa era successo: la mia amica aveva mandato un messaggio ad una sua conoscente single dicendole che volevo conoscerla. La destinataria, una persona piuttosto socievole, accettò e mi contattò a sua volta. Questa ragazza, che si chiama Maria, lavorava in un paese qui vicino, quindi non ci mettemmo molto ad organizzare un incontro. Nulla di che, giusto un caffè e una sigaretta, proprio per vederci in faccia. L’impressione fu comunque positiva, per entrambi. Ne è prova il fatto che qualche giorno più tardi, proprio mentre passavo dalle sue parti, mi mandò un messaggio nel quale mi disse di volermi rivedere (stavo già svoltando verso casa sua, ma si affrettò a dirmi che non era a casa) ( 😦 ). Trovammo quindi occasione di rivederci anche più di una volta: il giorno del mio compleanno mi portò nella migliore pasticceria/gelateria della provincia (non è periodo di gelati, ma quando ci vuole ci vuole… 😉 ), un’altra sera andammo a giocare a bowling… Insomma, ci si frequentava e intanto ci si conosceva un po’ alla volta. Alla vigilia di Natale venne a trovarmi alla mia solita gelateria, dove festeggiavo con gli amici. Che dire, ero abbastanza contento di quella situazione.

A gennaio venne il suo compleanno. Per l’occasione la portai fuori a cena: unica nota stonata, finì tardi di lavorare, quindi dovemmo mangiare alla svelta poiché il padrone della pizzeria non vedeva l’ora di chiudere. Tre giorni più tardi la trovai a sorpresa in gelateria insieme ad una sua cara amica (che conoscevo) e a due ragazzi. Sentii puzza di bruciato, ma una mia carissima amica (che conosceva i ragazzi), presente quella sera, volle rassicurarmi: uno era il fidanzato dell’amica di Maria, mentre l’altro, felicemente fidanzato da diversi anni, era il fratello dell’altro tipo. Continuavo però a sentire puzza di bruciato, e il mio naso funziona fin troppo bene…

Dopo qualche giorno Maria ritornò in gelateria, questa volta senza l’amica e relativo moroso, ma col fratello del relativo moroso. Chiamata la mia carissima amica, questa rimase più sorpresa di me. Il giorno dopo chiamai Maria, la quale mi spiegò che si erano fidanzati una settimana prima (il giorno dopo la cena che le offrii per il suo compleanno: un pessimo investimento, non trovate ?) ( 😕 ): lui aveva mollato la morosa per andare con lei, che rimase colpita da quel gesto e accettò (ma tu vedi questa…). Mi ringraziò per tutto quello che avevo fatto per lei, ma mi disse di non provare niente per me, facendomi credere di essermi illuso.

Morale: le poche notizie giunte al mio orecchio mi hanno detto che Maria e il tipo si sono forse sposati, sicuramente ora convivono. Se non fossi passato per il suo paese oggi con tutta probabilità non me la ricorderei più, ma quando ci penso mi chiedo: dove avevo sbagliato? Domanda alla quale, credo, non avrò mai un’adeguata risposta…

Buona Pasqua!!

Auguri di buona Pasqua a tutte/i!

Dinosauri e maiali

Ricordate un mio post di tanto tempo fa nel quale illustravo come erano scomparsi i dinosauri? Ebbene, quei simpatici dinosauri e il loro dispettoso amico maiale sono tornati…

Incontri al buio

Bedizzole (BS), sabato 15 marzo, ore 13.30: partenza da casa, destinazione Bologna. Esco dal cancello, destra, sinistra, freeeeena! Un cretino, che evidentemente aveva fretta, ha pensato bene di affrontare una curva a sinistra completamente giù di mano, incurante del mio arrivo. Morale: un bello spavento per me, mentre quell’altro ha proseguito sempre incurante del tutto. Il viaggio è cominciato proprio bene, oh… 😕

Carpi (MO), ore 14.45: l’infotraffico comunica code e carichi dispersi nei tratti autostradali modenesi. Ma che cavolo, pure il sabato pomeriggio? Uffa… Siccome non avevo né fretta di arrivare, né voglia di farmi le code, decido di uscire a Carpi e di farmi un po’ di provinciali e di campagne. Tanto conosco molto bene quelle strade…

Ore 15.40: arrivo a Borgo Panigale. Ore 16.50: parcheggio la macchina. Dovete sapere che già prima di partire mi ero documentato sui parcheggi di Bologna e su come raggiungerli. Sapevo anche che avrei trovato traffico, ma non avrei mai sospettato che TUTTI si sarebbero recati in centro città e che quindi TUTTI avrebbero voluto parcheggiare la macchina. Nella sfortuna però mi è andata bene: ho trovato posto presso il parcheggio (coperto) di un centro commerciale, con tre ore di sosta gratuita. Almeno quello…

Ore 19.00: dopo un giretto a piedi in centro torno alla mia macchina. Già che ci sono spendo qualche minuto nel centro commerciale, senza però trovare nulla di particolare, poi parto con destinazione il luogo stabilito per il raduno, un parcheggio di “scambisti” (e già il soprannome è un programma…). Giungo là alle 19.40, in anticipo di 20 minuti. A me non piace far aspettare la gente, preferisco un grande anticipo ad un leggero ritardo. Mando un sms e accendo una sigaretta. Mi basta un minuto per capire che il parcheggio non è frequentato da scambisti, ma da altre presenza inquietanti: c’erano diverse macchine che continuavano a girare all’interno del parcheggio (peraltro immenso), come se fossero alla ricerca di un posto. Peccato che oltre alla mia non vi erano altre vetture in sosta… Finché un automobilista si avvicina alla mia macchina col finestrino abbassato. E mi guarda. Io lo scruto con lo sguardo: sarà qui per il raduno? Ad un tratto ‘sto tizio annuisce con la testa e fa un sorrisetto compiaciuto. Oh madonna, altro che scambisti: questo è un parcheggio di gay… 😯 Infatti, senza dire nulla, rispondo al tizio facendo no con la testa, così costui se n’è ripartito evidentemente alla ricerca di qualche altro compagno… La scena si ripete dopo 5 minuti, al che comincio ad innervosirmi, finché, finalmente, alle 20.05 vedo dall’altra parte del parcheggio alcune persone in piedi. Le raggiungo…

Finalmente, il tanto atteso incontro. Patty, Selma e Bdp, organizzatrici del raduno, si trovavano già lì insieme ad Adamo e a tre componenti della JJ Tribù (perdonatemi ma non ricordo quali fossero per esattezza). Poi siamo partiti e ci siamo diretti in centro, dove si trovava la nostra trattoria. Là ci hanno raggiunti Mafalda (una derelitta sola, purtroppo: Callista s’è ammalata proprio ieri… 😦 ) e Ramskilo insieme ad alcuni suoi amici che l’hanno accompagnato. Infine, dopo quasi mezz’ora di attesa (e di stomaci brontolanti) ci ha raggiunto Jury lo Stupido (che poi stupido non è). Conclusione: 13 a tavola! 😯

Scorpio e le Bolognocche

Che dire, è stata una splendida serata. Ho conosciuto dei ragazzi simpatici, mi sono trovato bene. Le Bolognocche, come dice il soprannome, sono effettivamente tre gnocche, ma soprattutto tre brave e simpaticissime ragazze. Anche Mafalda mi ha dato un’ottima impressione di se: sempre sorridente e molto simpatica, nonché molto bella. Gli altri non li conoscevo, ma sicuramente passerò spesso a leggere i loro blog…

Vasco è tornato!

E’ uscito oggi nelle radio il nuovo brano inedito di Vasco Rossi, “Il mondo che vorrei”. In attesa del video ufficiale vi invito all’ascolto. In particolare godetevi il lungo assolo finale…

P.S. L’invito vale anche per coloro che non amano Vasco (vero Mat? Vero Patty?)…

P.S. 2 Domani sarò a Bologna al raduno organizzato dalle Bolognocche. Per chi non sarà presente, vi manderò un saluto dalle Torri Pendenti… 🙂

Ho vinto una foca!!!

 

focapride.jpeg

Laura mi ha donato questo premio che raccolgo con estremo piacere. Ringraziandola vi riporto le sue parole:

Premio foca sensibile perché con sensibilità e intelligenza sa trattare argomenti molto diversi tra loro e sempre interessanti“.

Beh, che dire… Mi sono commosso… 😳 Ma ora viene giustamente il mio turno. Non è stata una scelta facile, come al solito, ma dovendo scegliere:

Premio Foca del West” a Gingerina perché nei suoi episodi di vita quotidiana sa metterci umorismo, tanto umorismo. Ma anche serietà, soprattutto quando tratta argomenti più delicati;

Premio Foca Solitaria” a Dyo, perché nei suoi post c’è sempre tanta amarezza, ma anche tanta verità (a proposito: Nita, mi ha detto l’orso Germano che ha prenotato il volo di ritorno, domenica prossima passa a salutarti!) 🙂

Infine, un ex aequo: “Premio Foca Prenatal” a MariCri e una blogger la cui identità è per ora segreta (su sua richiesta), entrambe in dolce attesa (e quindi esenti da ulteriori spiegazioni)…

Dai, mi fermo qui. Ma non temete, verrete premiati tutti prima o poi perché meritate! 😉

Dream team…

Voglio presentarvi la squadra che mi appassionerà ai prossimi mondiali di calcio. E’ la nazionale giapponese: mi raccomando, guardate bene questa presentazione, perché vi dimenticherete di Holly e Benji… 😆  😉

calcio-giapponese.pps