Dove avevo sbagliato?

poor-pussy.jpg

L’altro giorno mi è capitato di passare in un paese dove viveva una ragazza che avevo rimosso dalla mia memoria. Considerando che è un posto dove non passo mai, l’evento mi ha riportato alla mente una vicenda che vale la pena di raccontarvi.

Dunque, credo fosse il 2004. Una sera mi capitò di uscire con un’amica di vecchia data per un caffè. Quando mi recai alla toilette ebbi la sventura di dimenticare nel giubbino il mio cellulare. Così questa mia amica ne ha approfittato ed ha spedito un sms ad un numero che solo lei conosceva. Immaginatevi quindi il mio stupore quando da questo numero mi arrivò risposta… Mi ci volle qualche minuto per capire cosa era successo: la mia amica aveva mandato un messaggio ad una sua conoscente single dicendole che volevo conoscerla. La destinataria, una persona piuttosto socievole, accettò e mi contattò a sua volta. Questa ragazza, che si chiama Maria, lavorava in un paese qui vicino, quindi non ci mettemmo molto ad organizzare un incontro. Nulla di che, giusto un caffè e una sigaretta, proprio per vederci in faccia. L’impressione fu comunque positiva, per entrambi. Ne è prova il fatto che qualche giorno più tardi, proprio mentre passavo dalle sue parti, mi mandò un messaggio nel quale mi disse di volermi rivedere (stavo già svoltando verso casa sua, ma si affrettò a dirmi che non era a casa) ( 😦 ). Trovammo quindi occasione di rivederci anche più di una volta: il giorno del mio compleanno mi portò nella migliore pasticceria/gelateria della provincia (non è periodo di gelati, ma quando ci vuole ci vuole… 😉 ), un’altra sera andammo a giocare a bowling… Insomma, ci si frequentava e intanto ci si conosceva un po’ alla volta. Alla vigilia di Natale venne a trovarmi alla mia solita gelateria, dove festeggiavo con gli amici. Che dire, ero abbastanza contento di quella situazione.

A gennaio venne il suo compleanno. Per l’occasione la portai fuori a cena: unica nota stonata, finì tardi di lavorare, quindi dovemmo mangiare alla svelta poiché il padrone della pizzeria non vedeva l’ora di chiudere. Tre giorni più tardi la trovai a sorpresa in gelateria insieme ad una sua cara amica (che conoscevo) e a due ragazzi. Sentii puzza di bruciato, ma una mia carissima amica (che conosceva i ragazzi), presente quella sera, volle rassicurarmi: uno era il fidanzato dell’amica di Maria, mentre l’altro, felicemente fidanzato da diversi anni, era il fratello dell’altro tipo. Continuavo però a sentire puzza di bruciato, e il mio naso funziona fin troppo bene…

Dopo qualche giorno Maria ritornò in gelateria, questa volta senza l’amica e relativo moroso, ma col fratello del relativo moroso. Chiamata la mia carissima amica, questa rimase più sorpresa di me. Il giorno dopo chiamai Maria, la quale mi spiegò che si erano fidanzati una settimana prima (il giorno dopo la cena che le offrii per il suo compleanno: un pessimo investimento, non trovate ?) ( 😕 ): lui aveva mollato la morosa per andare con lei, che rimase colpita da quel gesto e accettò (ma tu vedi questa…). Mi ringraziò per tutto quello che avevo fatto per lei, ma mi disse di non provare niente per me, facendomi credere di essermi illuso.

Morale: le poche notizie giunte al mio orecchio mi hanno detto che Maria e il tipo si sono forse sposati, sicuramente ora convivono. Se non fossi passato per il suo paese oggi con tutta probabilità non me la ricorderei più, ma quando ci penso mi chiedo: dove avevo sbagliato? Domanda alla quale, credo, non avrò mai un’adeguata risposta…

Annunci