Tappa obbligata

Oggi mi sono recato in provincia di Cuneo per consegnare del materiale, ma lungo la strada ho fatto una tappa obbligata: l’area di servizio Crocetta Nord, sulla A21.

matteo-bagnaresi.jpgPochi di voi sapranno che io sono un grande appassionato di calcio, e nonostante negli ultimi 2/3 anni il mio interesse verso questo sport sia diminuito seguo sempre le vicende che lo riguardano, anche se non gli dedico più la mia attenzione come un tempo. Domenica però è successo un fatto che non poteva lasciarmi indifferente: un tifoso del Parma, tal Matteo Bagnaresi (nella foto), è morto travolto da un pullman di tifosi della Juventus. Suppongo che tutti voi abbiate saputo questo fatto: la tragedia è accaduta all’interno di questa area di servizio tra Alessandria ed Asti, verso Torino. E il mio viaggio di oggi mi ha portato proprio davanti a quest’area, così mi sono fermato. Giusto qualche minuto, il tempo di un caffè. C’è un palo di cemento attorno al quale sono stati affissi fiori e messaggi vari, e legate diverse sciarpe: Parma e Juve, ma anche Sampdoria, Milan, Roma… Avevo con me una sciarpa del Brescia, così l’ho legata con le altre.

Stando alle voci che sono girate in questi giorni sembrerebbe che alcuni tifosi del Parma, tra cui Bagnaresi, abbia teso un agguato al pullman degli juventini. L’autista, impaurito, sarebbe partito per tentare una fuga, travolgendo però il ragazzo che è così rimasto schiacciato sotto le ruote. Sono solo voci però, la verità è ancora tutta da ricostruire. Gli ultras del Parma intanto negano ogni scontro con supporters bianconeri, e visto che io non c’ero non posso dire se hanno ragione o no. Matteo Bagnaresi aveva appena finito di scontare 3 anni di DASPO, diffida dall’entrare in stadi durante manifestazioni sportive, subita dopo un invasione di campo con rissa annessa. Quindi verrebbe da pensare a un violento, un facinoroso. Può darsi, ma è stato descritto anche come un ragazzo generoso, disponibile, laureato e impegnato nel sociale. Una cosa ho capito con certezza: era figlio unico. Non oso immaginare cosa stia passando la sua famiglia, i suoi genitori, che per colpa di una stupida partita di calcio hanno perso il loro unico figlio. The show must go on, lo spettacolo deve proseguire, ma questo ragazzo non c’è più.

Non so dire se Matteo se la sia cercata o se si è trattata di una fatalità. Però quando ho visto quel pilastro di cemento addobbato di mille colori, i colori delle varie squadre uniti in un unico nodo a ricordare la scomparsa di un ragazzo, lì è scoppiata la mia amarezza: lo sport dovrebbe unire, non dividere. Ma soprattutto non posso e non voglio concepire come si possa morire nel nome del pallone o di una squadra di calcio. Credetemi, ho lasciato l’area di servizio in lacrime…

Annunci

18 Risposte

  1. credo in quello che dici: chi è sensibile sente sulla pelle e rivive ciò che è stato. Hai ragione: lo sport dovrebbe unire e non dividere. Un’episodio spiacevole, uno dei tanti. Purtroppo lo sport del calcio (il più seguito) è ormai soltanto un pretesto per alcuni per sfogare la personale voglia di violenza. Per le responsabilità vedremo i risultati delle inchieste. Peccato che quel palo con tutte quelle sciarpe sia stato fatto solo dopo un episodio di questo genere.

  2. Il Bagna era un amico del mio ex ragazzo. Io stavo ancora via per lavoro, quando mi arriva prima un messaggio “hai visto il tg”, e poi una chiamata del mio ex, che mi dice della sua morte.
    Non ci potevo credere… Tu puoi pensare quello che vuoi, che se la sia andata a cercare, che era un teppista, ma io l’ho conosciuto, e se dovessi elencare le poche persone buone, ma buone dentro, nell’animo, che ho conosciuto in vita mia, ci sarebbe anche lui. Non ha senso questa morte… Con tutte le persone stronze che stanno al mondo, se ne vanno sempre i migliori.

    Per quanto riguarda il calcio… Quì non c’entra. Un autista ha travolto un ragazzo. Ecco qual’è la situazione. E non voglio sentire “Non se ne è accorto”.
    Perchè l’ha prima buttato a terra con il muso dell’autobus, e poi gli è passato sopra con le ruote posteriori.
    Vuolete ora farmi credere che se colpisco qualcosa non me ne accorgo? Vuolete dirmi che se passo sopra un corpo penso “Mah sarà un dosso??”

    Io voglio che questo stronzo non possa mai più giudare in vita sua. E voglio che il pensiero gli ritorni sempre al giorno in cui l’ha messo sotto.

    Non posso riuscire a dirlo a tutti, qualcuno che continuerà a pensare che se l’è cercata ci sarà sempre.

    Ma credimi, lui era davvero una persone buona. Buona davvero. Questo è tutto quello che posso fare nel mio piccolo. Se c’era una persona che non meritava la morte era proprio lui.

  3. è vero, anche a me in questi casi viene da chiedermi “come si può”?? come si può perdere la vita così?? il calcio, sono sincera è uno sport che mi lascia abbastanza indifferente….. sono malata per la formula uno e mi concentro al 100% su questo sport ma devo dire che quando accadono queste tragedie (che ultimamente sono sempre più presenti) rimango molto colpita. hai ragione tu, lo sport dovrebbe unire! e invece guarda cosa succede in nome del calcio….

  4. Elle:
    quello che mi stupisce è che questo problema (almeno qui in Italia) è solo nel calcio, negli altri sport non succede mai nulla (anzi)…

  5. Je:
    benvenuta. Non conoscendo il ragazzo non affretto conclusioni su chi fosse o chi non fosse, però i tre anni di DASPO mi dicono che non era un santo. Se poi si trovasse casualmente o no nei pressi del pullman incriminato, tutto è possibile, le autorità faranno luce sulla dinamica dell’incidente. Quanto all’autista, non preoccuparti che non dimenticherà mai questa giornata.
    Mi spiace per te e per il tuo ex, che lo conoscevate bene. E’ proprio perché non meritava di morire che ho portato la mia sciarpa sul luogo dell’incidente. Grazie per il tuo intervento.

    Moka:
    non essendo appassionato di motori non seguo la Formula Uno, ma sicuramente è uno sport più sano del calcio…

  6. OLTRE OGNI IDEALE

    MATTEO VIVE

  7. Perdonatemi, ma chi si merita di morire??? Sono d’accordo sui vostri discorsi relativi alla disperazione dei genitori, alla rabbia che provoca una morte di una persona amata e in circostanze che dovrebbero essere felici, di condivisione, di “fratellanza”, ma vi prego…la morte non è una punizione per chi se lo merita… Quando mai la morte è giusta o ingiusta??? La morte non è “saggia” o “sconsiderata”…In questo caso come in qualunque, secondo me, deve portare a migliorare sempre le nostre vite. Va bene chiedersi perchè per come, è giusto, è umano, ma accidenti non è una punizione, non deve essere così nè per il caro amico-fratello-figlio che non c’è più, nè per tutti noi che viviamo ancora. Scusate, non aggiungo altro, solo, caro Scorpio, come te sento tanta amarezza!

  8. Brutto il fatto che devano sempre succedere cose brutte per lasciare le “diversità” a casa e unirsi tutti per una sola causa

  9. ti credo. ti credo eccome…

  10. Lomellinese:
    benvenuto.

    Freuda:
    la morte è una punizione troppo severa per chiunque, anche per chi l’ha resa ad altri. Nel caso in questione questo ragazzo, che se non ho capito aveva pressapoco la mia età, sarebbe potuto tranquillamente essere stato qui al mio posto, ed io al suo: ho fatto sì e no 50 trasferte di calcio in vita mia, quindi l’episodio ha per me un’assurdità doppia…

    Lindöz:
    benvenuta. Questo purtroppo è uno dei difetti della civiltà umana…

    Coniglia:
    🙂

  11. Hai detto bene, uno sport dovrebbe unire non dividere. E’ per questo che chiedo: il calcio è ancora uno sport? Per me non lo è più da molto tempo….

  12. Laura:
    bisognerebbe distinguere il calcio professionistico, super pagato e quindi con troppi interessi intorno, dal calcio dilettantistico che invece viene ancora praticato con passione. Non sembra ma sono due mondi completamente diversi tra loro, ma anche completamente diversi dagli altri sport…

  13. Ti credo eccome.
    Ascoltando la notizia in tv ho detto a mio figlio, di impulso:” Scordati le trasferte in pullman”.
    Alcuni cosiddetti tifosi sono, in realtà, delle bestie.

  14. Scorpio:
    tesoro, ma hai perfettamente ragione…volevo solo dire che per me la morte non è una “punizione”. Se così fosse, morirebbero solo i “cattivi”…(E direi MAGARI!!!) Ma, ti ripeto, condivido ciò che scrivi…A proposito, comunque, come stai?

  15. io e il calcio ormai siamo due cose talmente lontane…che non so più una mazza.

    seguo solo le partite del cagliari. stop.

    non leggo i giornali, non mi informi, mi annoia e mi schifa tutto

  16. Quello che è successo fa molta molta tristezza a dir poco…
    Non mi piace il calcio, una volta lo seguivo… E’ marcio ormai secondo me…

  17. Dyo:
    il termine bestie calza a pennello, ma solo con alcuni tifosi, in realtà una minoranza. Dì a tuo figlio che ci sono trasferte e trasferte, alcune sono veramente divertenti. Ma se ci si fa condizionare sempre da un episodio allora non è più finita…

    Freuda:
    grazie, sto benone. Un po’ distrutto dal gran traffico di stasera (particolarmente disumano), ma ancora presente col cervello (credo…)

    Mat:
    coltiverai altri interessi, e fai bene…

    Guernica:
    io sono stato abbonato al Brescia per 9 anni di fila, ogni tanto andavo anche in trasferta. Ora guardo a malapena i risultati finali solo dopo qualche ora. Come vedi anch’io lo seguivo, una volta… Marcio? Peggio…

  18. Ci credo, è una storiaccia.

    La cosa singolare è che, comunque, tutti quanti (sia gli assassini, che le vittime) dopo diventano persone generose, impegnate nel sociale, bravissima gente.

    Singolare che io nella vita di persone così non ne abbia mai incontrate.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: