E ora son cavolacci amari…

Il pareggio di ieri tra Italia e Romania ha ridimensionato non poco le ambizioni degli Azzurri di vittoria degli Europei. Nella prossima (e ultima del girone) gara dovremo infatti battere la Francia (detto niente…) e sperare. Sì perché la vittoria sugli odiati cugini d’Oltralpe potrebbe non bastare. Così come invece potrebbe bastare anche un pareggio: paradossale, ma è così. Vediamo come…

Come detto, la vittoria dell’Italia potrebbe non bastare. La classifica vede infatti l’Olanda prima con 6 punti, seguita dalla Romania a 2 e da Italia e Francia a 1. Considerando che la vittoria vale 3 punti l’Olanda può permettersi di perdere l’ultima gara che tanto è prima comunque. Il problema è proprio questo: l’avversaria degli Orange è proprio la Romania, che vincendo si garantirebbe il passaggio del turno. A quota 5 infatti sarebbe irrangiungibile sia dall’Italia che dalla Francia, che possono al massimo arrivare a 4. Inoltre l’Olanda avrebbe tutto di guadagnato a favorire la Romania, poiché mantenendo la vetta del girone eliminerebbe in un sol colpo i campioni e vice-campioni del mondo uscenti. Tuttavia anche la Romania deve metterci del suo e superare una squadra che ha rifilato 3 gol a noi e 4 ai francesi: una missione non impossibile, ma per nulla facile. E se non ci riuscisse? In questo caso la nostra partita può diventare fondamentale. Mettiamo caso ad esempio che Olanda e Romania pareggino: i primi andrebbero a 7 punti, i rumeni a 3. In questo caso, se dovessimo pareggiare coi francesi la Romania sarebbe ancora qualificata, ma se dovessimo vincere passeremmo noi a quota 4. Dovessimo invece perdere passerebbe la Francia, sempre a 4. E se la Romania dovesse perdere?

Dovesse l’Olanda vincere anche l’ultima gara andrebbe a 9 punti, lasciando i rumeni a 2. La vincitrice di Italia-Francia salirebbe a 4 qualificandosi, ma si tratta di una gara che può benissimo finire in pareggio. Così fosse ci sarebbero 3 squadre a 2 punti. Una si qualifica: quale? Non tutti sanno che in caso di arrivo a pari punti conta sempre lo scontro diretto, e in caso di ulteriore parità la differenza reti. Dovesse persistere la parità avrebbe la meglio quella che ha segnato più gol, e nel caso estremo conterebbe il coefficiente attribuito ad ogni nazionale. Dovessimo arrivare tutte e 3 a pari punti conterebbero perciò gli scontri diretti tra le sole 3 squadre interessate. La classifica specifica ci metterebbe tutti a pari punti, e trattandosi di tutti pareggi avremmo tutte la stessa differenza reti (zero, poiché le reti segnate sono uguali a quelle subite). E allora? Dipende.

Se Italia-Francia dovesse finire 0-0 la classifica direbbe: Italia e Romania un gol fatto e uno subito, la Francia zero. Perciò, vista la parità tra noi e rumeni (con cui abbiamo pure pareggiato) si andrebbe a vedere la differenza reti generale (ossia comprensiva degli incontri con l’Olanda): in questo caso passeremmo noi solo se la Romania uscisse sconfitta con gli Orange per almeno 3-0 (in questo caso conterebbe il nostro migliore coefficiente) o con almeno 4 gol di scarto (un 4-1 premierebbe i rumeni, che con la nostra differenza reti avrebbero segnato di più). Se però Italia-Francia finisse 1-1 o 2-2 e così via allora cambierebbe tutto: in tutti questi casi l’Italia vincerebbe la classifica a 3 coi rumeni in quanto avrebbe sempre segnato più gol degli altri (ad esempio, nel caso di 1-1, gli Azzurri avrebbero segnato 2 gol, francesi e rumeni uno). Perciò passeremmo noi, anche se la Romania dovesse perdere anche solo 1-0. Certo però che le Federazioni ne hanno inventate di menate cervellotiche… 😕

Ricordo che le due partite si giocheranno in contemporanea, perciò nessuno potrà fare calcoli partendo dal risultato dell’altra gara. A scanso di equivoci cominciamo a battere la Francia, poi si vedrà…

Annunci

17 Risposte

  1. sei peggio di mio padre a spiegare ste cose!! 😀

  2. Lady Cocca:
    eh lo so, uso termini troppo giornalistici a volte… 😆

  3. son convinta che l’Olanda metterà in campo tutte le riserve e se la Romania farà gol, non piangeranno di certo. Insomma, sia l’Italia che la Francia possono inziare ad attaccarsi al tram.

  4. …bhè…non resta che aspettare…:-)

  5. io mi sto innamorando di lady cocca!
    azz, è acida quanto me!
    ihihihihihih

  6. Ecco, io non ci capisco un granchè di calcio, ma grazie alla tua spiegazione ora mi sembra tutto più chiaro! Incrociamo le dita! I campioni del mondo non possono fare una figuraccia così…

  7. Giuy:
    Italia e Francia hanno già le valigie pronte…

    Bruja:
    già, ancora 2 giorni…

    Mat:
    giro la parola all’interessata…

    Laura:
    dopo aver visto la Grecia vincere l’europeo ormai mi aspetto di tutto…

  8. Ti confesso di non aver letto proprio tutto tutto il post, perché delle varie possibilità ne ho già ampia conoscenza grazie ai clienti del bar dove lavoro (ma ti confesso che la cosa del coefficiente non l’ho capita). Speriamo solo che agli olandesi non venga improvvista voglia di…biscotto.

  9. Beh….ma è possibile che uno deve laurearsi in matematica per capire chi cavolo passa? O______o

    Ciao Scorpio, buon lunedì!

  10. Ah ah ah!
    Carino il cartello!!!

    Incrociamo le dita..ma all’Olanda credo farà molto piacere mandare a casa Francia ed Italia…
    Ma perchè Alex in Nazionale non riesce mai ad esprimersi al meglio?..Sigh!
    😦

  11. uff innamorato?? no dai, potrei anche essere una pazza omicida!! 😉

  12. Alianorah:
    il coefficiente è un numero che viene assegnato ad ogni nazionale e tiene conto dei risultati ottenuti nei gironi di qualificazione agli ultimi mondiali ed europei. Tale coefficiente serviva per stabilire la graduatoria per i sorteggi, in modo da equilibrare il più possibile i gironi tra loro, ma serve anche come ultimo fattore determinante a stabilire la superiorità di una squadra su un’altra in caso di massima parità di risultati.

    Baol:
    anche nel ’96 e nel 2004 uscimmo dagli europie per gli scontri diretti, e tanta gente non ha ancora capito perché…

    Angie:
    l’Olanda ha tutto di guadagnato a perdere con la Romania. Alex? Mi chiedo se non ci fosse lo zampino di Baggio (il quale, tempo fa, deve aver evidentemente fatto una sorta di macumba sul povero Pinturicchio)…

    Lady Cocca:
    lascio a Mat l’eventuale risposta…

  13. Oddio, tu e mio figlio.
    Ieri sera mi ha fatto il tuo stesso ragionamento, ed io dopo un minuto avevo il cervello in fumo. Lui fa l’ottimista, anzi “azzarda” previsioni, ma teme “il biscotto”.
    Che dire?
    Forza azzurri!!!

  14. mmmh Scorpio, in sincerità. Il post e troppo lungo e io c’ho faaaaaaaaaaaameee!!!
    ..quindi saluto e fuggo!;)

  15. Dyo:
    io previsioni non ne faccio, in quanto tifoso sono estremamente scaramantico. Il biscotto però è un rischio probabile…

    Guernica:
    dì la verità, hai visto un pallone e da brava venusiana hai dovuto respingere il discorso… Eh? Eh? Non è così? 😛 😆

  16. no comment….. ormai sappiamo tutti come è andata…… a me il calcio piace molto, ma sono ormai anni che non seguo più quello italiano (a parte la Nazionale) perchè sono profondamente schifata per quanto accaduto negli scorsi anni e vedere il governo non prendere nessuna precauzione non può che allontanarmi dal calcio Italiano…. per questo mi sono affezionata al calcio straniero, Forza Gunners!!!!!

  17. Moka:
    tifi Arsenal? Io Aston Villa… 😀
    Io studio il calcio con le sue regole e la sua storia dall’età di 12 anni. Praticamente so vita, morte e miracoli di ogni squadra italiana e delle maggiori squadre d’Europa, e conosco per fama diverse migliaia di squadre nel mondo. Quanto agli scandali degli scorsi anni, la storia è costellata di episodi simili, fin dai primi anni del secolo scorso. Nel nostro Paese il calcio ha sempre viaggiato pari passo coi soldi, tanti soldi, e questo ha comportato tutta una serie di comportamenti da parte degli addetti e non. Tuttavia non pensare che negli altri paesi queste cose non accadono: magari di meno, ma gli scandali esistono anche là. Per farti un esempio, il Porto, campione di Portogallo, rischia di non essere ammesso alle Coppe Europee a causa di un suo coinvolgimento nello scandalo di arbitri corrotti che sta imperversando là. E la Premier? Due anni fa ci furono giocatori indagati per combine, se non ricordo male…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: