Un Big-Bang in miniatura

Non so quanti di voi abbiano finora sentito parlare del C.E.R.N. e dell’acceleratore di particelle LHC, costruito a scopo di ricerca di energia pulita; andiamo con ordine.

Il C.E.R.N. (Centro Europeo per le Ricerche Nucleari) è il più grande laboratorio del mondo di fisica delle particelle. Qui i fisici cercano di esplorare i segreti della materia e le forze che regolano l’Universo: vengono effettuate ricerche in fisica delle particelle utilizzando degli acceleratori di particelle, che portano nuclei atomici e particelle subnucleari ad energie molto elevate, e dei rilevatori che permettono di osservare i prodotti delle collisioni tra fasci di queste particelle. Ora, non sto a spiegarvi o a tradurvi ogni termine tecnico che ho inserito, se volete trovate ogni risposta alla pagina di Wikipedia dedicata al C.E.R.N. Quello di cui voglio parlarvi è uno di questi acceleratori di particelle, l’ultimo (di 7) costruito dal Centro Ricerche.

L’Acceleratore LHC (Large Hadron Collier, cioè “Grande Collisore di Adroni”) è la più grande macchina mai costruita dall’uomo. Si tratta di un anello lungo 27 km sepolto a un centinaio di metri sotto terra tra la Svizzera e la Francia (notare la veduta aerea qui sopra), al cui interno verranno fatti collidere, cioè scontrarsi tra loro, atomi a velocità prossime a quelle della luce. A questa macchina hanno lavorato per 10 anni circa 5 mila scienziati e tecnici provenienti da una cinquantina di paesi, e lo scopo del suo funzionamento è quello di studiare le proprietà fondamentali della materia.

Suppongo vi stiate chiedendo: perché mai oggi vi sto parlando di queste cose? Ecco, l’acceleratore verrà azionato mercoledì 10 settembre. Alcuni atomi percorreranno i 27 km dell’anello qualcosa come 11245 volte al secondo, finché la loro velocità e temperatura sia tale da ricreare, secondo i calcoli degli scienziati, le condizioni che esistevano nell’universo una frazione di secondo dopo il Big Bang (per chi non lo sapesse, l’esplosione che ha dato origine all’Universo). Un gruppo di scienziati ha però fatto ricorso alla Corte Europea dei Diritti Umani chiedendo di sospendere i test, con l’accusa che l’esperimento possa creare un piccolo buco nero in grado di risucchiare al suo interno l’intero pianeta Terra. Il ricorso però credo sia stato respinto…

Ovviamente, al C.E.R.N. sostengono che ciò sia impossibile. Io non ho la competenza per esprimermi, ma so che il 10 settembre è vicino: spero solo che sappiano cosa stanno facendo…

Annunci

16 Risposte

  1. …preoccupa anche me, spero proprio che la matematica non sia un opinione…

  2. io non ci ho ancora capito molto. Però spero di esserci l’11 di settembre…anche perchè dal 12 pomeriggio avrei una settimana di ferie. uff…

  3. i avrei bisogno di un acceleratore per la riproduzione dei neuroni.
    sennò è proprio la fine della mia già povera attività cerebrale

  4. ciao. càpito da queste parti perché ho scritto anch’io di ‘sta roba. per dovere di precisione non fanno correre atomi, ma protoni. lo scopo è quello di arrivare a generare una potenza di 200GeV (gigaelettronvolts) che permetterebbe, dalla frantumazione dei protoni, di rilevare gli ancora teorici bosoni di higgs, particelle subatomiche che avrebbero avuto il compito, subito dopo lo scoppio del big bang, di dare massa alle cariche elettriche da questi generate. in pratica, soprannominate “le particelle di dio”, questi bosoni avrebbero creato la materia. la creazione di micro-buchi neri è, teoricamente, possibile. ma, secondo i calcoli di uno dei geniali padri della meccanica quantistica, hawking, i buchi neri emettono radiazioni, ossia perdono massa. questo significa che l’eventuale formarsi di questi buchini neri porterebbe, contemporaneamente, alla loro evaporazione. per cui, tutto a posto. sempre che, come scrive più sopra marihornet, la matematica non sia un’opinione.
    c’è poi da ragionare sulla differenza tra un microbuco nero a velocità superiore alla velocità di fuga della terra, cosa che lo renderebbe assolutamente innocuo, e un microbuco nero in quete che, se hawking avesse sbagliato, inizierebbe a “collezionare” massa assorbendo tutto quello che ha attorno.
    ma se hawking si fosse, inspiegabilmente, sbagliato, nel peggiore dei casi, comunque, avremo circa 4 anni prima che l’eventuale buco nero ci inghiotta tutti. non è una gran consolazione, ma potremmo toglierci un po’ di soddisfazioni, no? 🙂 comunque giuy può andare in ferie!
    scusa il commento-fiume e buona vita!

  5. Marihornet:
    speriamo…

    Giuy:
    il 12 ti augurerò buone ferie… Almeno spero…

    Mat:
    quello mi sa che non l’hanno ancora inventato…

    G.:
    benvenuto. So qual è lo scopo dell’esperimento. Il problema è che c’è troppa discordanza tra i calcoli di Hawking e quelli di Wagner e Sancho, i primi ad esporre l’eventualità del buco nero.
    Ho scritto atomi? Hai ragione, ho sbagliato…

  6. io sono stata al cern tanti anni fa, quando andavo al liceo..e quell’acceleratore l’ho visto.. loro ne sanno di sicuro mooooooooooooolto più di me per cui ammetto che un po’ di curiosità c’è (anche se non sono per nulla ferrata sull’argomento)…

  7. NightNurse:
    non nego che siano più preparati di noi comuni mortali, sono scienziati tra i più preparati del mondo. Ma, sai, il dubbio un pochino rimane…

  8. il giorno si avvicina sempre di più…e io spero di arrivare all’11 così festeggio i miei 6 anni 🙂
    Spero di essere meno latitante..ancora due settimane full e poi inizierò a respirare… 🙂

  9. uh, il post era un po’ troppo impegnativo x l’orario mi sa, ma poi il nuovo layout mi ha distratta!!!Vedo che dopo l’estate sei ripartito tutto messo a nuovo ^__^!
    Si tooorna ai vecchi ciacaramentii!!(dopo che avrò sistemato il computer..)

  10. Dopo l’undici settembre, dobbiamo temere il dieci? Io il CERN lo avevo sentito nominare perché ne parla Dan Brown in “Angeli e Demoni”. O mi sbaglio? :-O

  11. VERREMO TUTTI RISUCCHIATI DA UN GIGANTESO BUCO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! DEVO DIRE CHE LA COSA MI ATTIZZA UN Pò 😉

  12. Avevo affrontato anch’io l’argomento tempo fa….chissà chi ha ragione….spero si sbaglino di grosso… comunque io ci sono stata al CERN ed ho visto una parte dell’acceleratore di particelle (quello più vecchio): ti assicuro che date le dimensioni è spettacolare da vedere!

  13. Orchy:
    dopodomani passerò a farti gli auguri…

    Patty:
    chi si rivede… Sì, ho modificato qualcosa, giusto per dare una rinfrescata…

    Alianorah:
    non ho letto il romanzo di Brown, ma può darsi che non ti sbagli…

    Marco:
    attizzerebbe anche me, se una volta stanco potessi uscirne… 🙂

    Laura:
    ricordo il tuo post. Immagino quanto possa essere spettacolare…

  14. prova prova prova… 1 2 3 prova…

  15. Ma allora mi fa i dispetti il Blog!
    Mi sa che s’è offeso perchè l’ho disertato!:P

  16. Guernica:
    e s’è offeso sì… 😛

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: