La sicurezza prima di tutto…

tangenzialesud

Dal novembre scorso la tangenziale sud di Brescia gode di un aspetto un po’ più moderno. In particolare, il tratto tra i caselli autostradali di Brescia Centro e Brescia Ovest (poco più di 5 km) è ora distribuito su ben 3 corsie, più corsie d’emergenza. Inoltre sono stati adeguati i limiti di velocità su tutta la tratta: 110 km/h sul tratto a 3 corsie, 90 all’ora sugli altri tratti a una e due corsie invece dei vecchi 80 all’ora. In effetti, ora si viaggia decisamente meglio, e le code della mattina si traducono in rallentamenti sporadici. Del resto ogni giorno 100.000 veicoli transitano sulla Sud, e per fortuna che scorre parallela in tutto il suo tracciato alla già trafficata autostrada A4…

L’inverno che (spero) si concluderà presto ha portato sulla nostra città poca neve, tanta tanta pioggia, un bel po’ di ghiaccio e soprattutto tantissima umidità. Così tutti questi fattori, uniti al continuo passaggio di veicoli più o meno pesanti, e uniti anche al continuo spargimento di sale da parte dei mezzi antighiaccio, hanno comportato la nascita di alcune buche nell’asfalto. Si tratta di veri e propri crateri, profondi anche due spanne e larghi anche un metro, che in pochi giorni hanno creato non pochi danni alle vetture in transito. Perciò, di fronte a migliaia di lamentele degli automobilisti, la Provincia ha indetto un bando di gara per l’asfaltatura della tangenziale, e nel frattempo ha deciso di mandare sul posto un camioncino carico di catrame, con due operai istruiti a tappare le falle. Ma non è tutto: l’assessorato provinciale ha fatto abbassare il limite di velocità in questo tratto interessato a 30 chilometri orari!

b301Tempo addietro era già capitata una situazione analoga, sulla superstrada Gardesana: per diverse settimane la zona est della provincia era letteralmente in ginocchio, anche perché oltre al limite abbassato si era provveduto ad effettuare diversi controlli di Polizia che hanno costretto tutti a rispettare il passo (di lumaca). Perciò c’era gente che sta a 20/30 km dalla città che impiegava un’ora o più per raggiungere Brescia e hinterland, con serie ripercussioni sull’economia bresciana e sui nervi dei viaggiatori. Finché, dopo innumerevoli proteste, la strada venne asfaltata e il limite riportato a valori più adeguati.

Ora: ve la vedete voi una tangenziale piuttosto trafficata, a due corsie, con un limite di velocità di 30 km/h? Limite che si estende per oltre 6 chilometri? A regola, si dovrebbe creare un ingorgo senza precedenti, con pesantissime ripercussioni sul traffico di almeno mezza provincia. E allora? Semplice: i bresciani non hanno l’abitudine di rispettare il codice della strada, e tantomeno i limiti di velocità, figuriamoci se rallentano per 4 buchette… Passando sopra i ponti si poteva tranquillamente notare come il traffico scorresse rapido come consuetudine, con i soliti bulli in corsia di sorpasso pronti a lampeggiare al prossimo perché si scansino… Persino i camion, dotati di tachigrafo che registra la velocità del veicolo, hanno viaggiato ai soliti 60/70 orari. Questo si tradurrà presto in una nuova serie di controlli, multanova selvaggi e pattuglie ad ogni curva, con la conseguenza che verrà ritirata qualche patente, tanti altri automobilisti si vedranno recapitare un verbale poco piacevole, parecchi tarderanno al lavoro e, secondo me, qualche tamponamento non si farà mancare. Ma, del resto, bastava usare un asfalto un po’ migliore per evitare che si formassero questi crateri. Però la Provincia è responsabile fino ad un certo punto: il tratto era dell’ANAS, è stato rilevato da pochi mesi. Ma, comunque, meglio così che la chiusura della tangenziale (ipotesi peraltro ventilata ma fortunatamente rimasta tale).

paroliniE l’assessore che dice? Secondo Parolini il limite tornerà ai 90 km/h entro pochi giorni, giusto il tempo di assegnare l’appalto dei lavori e far sgobbare l’impresa per qualche notte. E se qualcuno protesta, la sicurezza prima di tutto. Intanto però ho cominciato a percorrere l’autostrada in alternativa al tratto rallentato: mi costa un euro al giorno, allungo il tragitto di mezzo chilometro ma salvo la macchina dalle buche e dai possibili multanova. Ed evito di logorarmi i nervi. Come dice l’assessore, la sicurezza prima di tutto: sicurezza mia, della macchina e del portafogli…

Annunci

10 Risposte

  1. Oh toh, han finalmente finito i lavori? Vedrò dal vivo quest’estate.
    … e bentornato, eh! 🙂

  2. …forse hannio pensato di applicare il vecchio adagio: chi va piao va sano e va lontano…:-)

  3. ops…piano…:-)

  4. Lindividua:
    veramente non me ne ero mai andato, solamente non avevo granché da scrivere… I lavori sono finiti a novembre, in estate ti luciderai gli occhi… 🙂

    Paola:
    proprio così…

  5. che dici: potresti metterti tu a fare i controlli sulla tangenziale insieme alla polizia!?!? 😉

  6. ciao Bello!!! son felice di vedere che anche tu sei tornato a scrivere e mi fa piacere che sei passato a trovarmi!

    ti lascio un bacio, a presto!

    MIAOOO

  7. Lady Cocca:
    al posto della polizia, vorrai dire, visto che di pattuglie manco l’ombra…

    Moka:
    miaooo a te… 🙂

  8. salutino

    miao!

  9. sempre sulla strada…se ne vedono tutti i colori e soprattutto si rischia. Povero 😦
    finalmente dopo tanto tempo passo di qui. Un bacione

  10. Qui si latita…;)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: